Trenino Rosso del Bernina: feste di Natale a Livigno « Capodanno Barcellona
logo

Capodanno Barcellona

Viaggi capodanno a Barcellona dal 29/12 al 02/01!



Trenino Rosso del Bernina- Neve

 

Viaggiando sul Trenino Rosso del Bernina, impossibile non fermarsi a Livigno, specie durante le feste natalizie. Il comune più celebre della Valtellina, infatti, ogni anno viene preso d’assalto da chi si vuole concedere qualche giorno durante le feste in grande stile, avvolto dalle montagne e ben lontano dal trambusto delle città.

Livigno, il comune dalle temperature rigide

Situato a circa 1800 m sopra il livello del mare, Livigno è il secondo comune più elevato di tutta Italia. Gli amanti del freddo qui sono decisamente benvenuti: potranno godervi lunghi e freddissimi inverni, con temperature che raggiungono anche -28°!

Piste da sci, taverne e ristoranti si alternano a negozi e boutique dove potersi dare allo shopping sfrenato.

Livigno, la città dove non si paga l’IVA

Livigno, infatti, è area extra doganale riconosciuta, il che significa che non si paga l’IVA. Un’ottima scusa per darsi alla pazza gioia con i regali di Natale!

Nel 1538 ottenne lo status di città franca, grazie a deroghe speciali da parte della Contea di Bormio, e nel 1910 divenne ufficialmente zona extra doganale. Da allora i turisti in visita ne approfittarono per acquistare, a prezzi vantaggiosi, gioielli, zucchero, tabacchi, profumi e alcolici. Il tutto, ovviamente, tenendo conto dei limiti: è infatti possibile acquistare merce in determinate quantità, oltre le quali diventa necessario dichiararne il valore. La franchigia massima per adulto, personale, e non cumulabile, è di 300€, mentre per i ragazzi con età inferiore ai 15 anni è di 150€.

Livigno a Natale: città da vivere

La vera particolarità del comune alpino, che vive il suo splendore in stagione invernale, è la presenza del piccolo e caratteristico mercatino di Natale della città.

Mercatini di Natale a LivignoL’abbinamento Trenino Rosso del Bernina + mercatini di Natale a Livigno è una delle soluzioni più gettonate, perché dopo un paio d’ore seduti al caldo ad ammirare la natura idilliaca in continuo movimento, ci si può concedere qualche ora tra gli chalet cittadini, per ammirare l’arte artigianale di maestri del mestiere che propongono gioielli, decorazioni, vestiti e dolci.

Vietato non assaggiare la torta amaretto e cioccolato, da gustare insieme ad una cioccolata calda (giusto per avere una botta di calorie!) o a un bicchiere di vin brulé.

Capodanno a Livigno con giro sul Trenino Rosso del Bernina o a Barcellona?

Il capodanno a Livigno, così come il giro sul Trenino Rosso del Bernina, è per chi ama la neve e la montagna, in alternativa c’è il capodanno a Barcellona, che è sinonimo di mare e fiesta, tra brindisi con la cerveza e fontane luminose.

E tu, che ultimo dell’anno preferisci?

Giornalista, blogger e autrice con la passione per il cinema, la lettura e i viaggi. Pubblica articoli dal 2010, da quando ha iniziato a scrivere per giornali e blog italiani e americani, con cui continua a collaborare. Autrice di un libro per il sociale, sta per esordire come travel blogger con il suo primo ebook dedicato interamente a consigli, recensioni e confidenze sui viaggi.

Leave a Reply

*

captcha *

[iframe_popup]

x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.